Andrea Barzagli: un campione dentro e fuori dal campo

andrea-barzagli

Tra i migliori difensori d’Europa

Chi è Andrea Barzagli? Probabilmente uno dei più forti difensori della storia del calcio italiano: nella sua biografia figurano molti trofei vinti, soprattutto con la Juventus, dove gioca ancora, ma anche con la Nazionale Italiana, che però ha deciso di lasciare al termine degli Europei 2016. Il calciatore non è soltanto forte, e quindi amato dai maschietti, ma è anche un bellissimo uomo e questo fa di lui un idolo anche delle tifose femminili: frenate l’entusiasmo, però, perché nella vita privata è un uomo innamoratissimo della sua famiglia. Andrea Barzagli è nato a Fiesole, comune della città metropolitana di Firenze in Toscana, l’8 maggio 1981 e ha ben due soprannomi: “La Roccia” e “Il Muro”, proprio a sottolineare il fatto che per un attaccante sia difficile superarlo e arrivare in porta, perché nel suo ruolo di difensore è impeccabile; è stato Campione del Mondo nel 2006, vice-campione d’Europa nel 2012 ed è Campione d’Italia da cinque anni consecutivi, insieme ai bianconeri. Con la Juve ha vinto anche due Coppe Italia e tre Supercoppe italiane, ma ha anche vinto un campionato tedesco, nel 2009.

Le curiosità

La sua carriera di calciatore è iniziata sin da piccolo, quando è approdato nelle giovanili della Rondinella; a 17 anni è arrivato in prima squadra e ha debuttato tra i professionisti nel 1999. Ha giocato anche nelle giovanili della Cattoliva Virtus e oltre all Rondinella, ha giocato nella Pistoiese, nell’Ascoli e nel Chievo nel 2003. L’anno dopo è cominciata l’avventura col Palermo, terminata nel 2008, anno in cui è volato in Germania per giocare al Wolfsburg; nel 2011 è la Juventus a riportarlo in Italia e a consacrarlo come uno tra i più forti difensori del mondo. Qualche curiosità in più su Barzagli? È un grande appassionato di musica e adora gli U2, ha dei tatuaggi che rappresentano disegni tribali ed è molto bravo in cucina: la sua specialità è il tiramisu, ma il suo piatto preferito sono le lasagne, in particolare quelle di sua nonna Isella.

Leave a Response