Andrea Marcucci: un regista ideale per dettare i ritmi alla squadra

andrea-marcucci

Un nome da tenere d’occhio

Chi segue il calcio giovanile avrà sicuramente già sentito parlare di lui: Andrea Marcucci, centrocampista classe 1999 cresciuto nella cantera della Roma. Diciotto anni da compiere il prossimo 7 febbraio, eppure il giovane regista giallorosso è già una certezza. Nell’estate del 2015 ha firmato il suo primo contratto da professionista: da quest’anno è entrato a far parte del giro della Primavera (dove ha raccolto 3 presenze in campionato, 3 in Youth League e una in Coppa Italia), con Alberto De Rossi pronto a renderlo protagonista dalla prossima stagione. E intanto già è una presenza fissa della Nazionale Under 18 (20 le convocazioni in maglia azzurra). Cresciuto con la fascia da capitano al braccio lungo tutte le giovanili della Roma, per tre stagioni è stato considerato il miglior giocatore del campionato in cui ha giocato. Un vero e proprio talento in regia (c’è già chi lo paragona a un certo Marco Verratti) con un destro chirurgico, un talento che ovviamente non è passato inosservato al di fuori del Raccordo Anulare. Su di lui hanno messo gli occhi anche alcuni club di Serie A come Sassuolo ed Empoli: tra i tanti nomi fatti nelle ultime settimane come possibili contropartite per Defrel, si è fatto anche il suo.

Rinnovo con la Roma

Alla fine, per la gioia di De Rossi, è rimasto a Trigoria: ora la Roma dovrà decidere come sfruttare il suo ennesimo gioiello. Marcucci è un regista completo, dal piede destro educato e con un’ottima visione di gioco. Bravo nel gioco corto e lungo, è dotato anche di un ottimo tiro dalla distanza. Vista la statura (173 cm) difetta nel colpo di testa, ma compensa alcune lacune fisiche con il temperamento e la leadership naturale. Non a caso è cresciuto con la fascia da capitano al braccio lungo tutta la trafila nelle giovanili giallorosse. Campione d’Italia Giovanissimi e Allievi nel biennio 2013-2015, Andrea può essere ormai considerato un veterano di Trigoria. Da quest’anno è entrato a far parte del gruppo della Primavera di Alberto De Rossi: nove presenze ed un gol fino ad oggi, tra Campionato, Coppa Italia e Youth League. Riserva (essendo un ’99) ma di livello, pronto ad essere grande protagonista dalla prossima stagione. Roma, ma anche Nazionale, dov’è un punto di riferimento, dall’U15 fino ad oggi con l’U18 di CT Nicolato. Il futuro è dalla sua, dalle parti di Trigoria lo sanno bene e il rinnovo triennale ne è la prova.

Leave a Response