Daniele Rugani: lo stimolo di guidare la difesa bianconera l’anno prossimo

daniele-rugani

L’approdo al professionismo

Nato a Sesto di Muriano nel 1994, Daniele Rugani viene arruolato nelle file delle giovanili empolesi alla tenerissima età di dieci anni. Viso angelico, tempra d’acciaio, il ragazzo si fa presto strada, percorrendo per intero la trafila delle Nazionali minori. Dall’Under 17 fino a divenire il capitano dell’Under 19, Rugani si conquista anche la prima meritatissima convocazione con l’Under 21. Il debutto, recentissimo, contro l’Irlanda del Nord, viene bagnato con il goal da predestinato che apre le marcature. L’anno scorso milita con profitto nelle file della Primavera Juventus, facendo drizzare le antenne al sempre attento Antonio Conte che, già in estate, lo porta con sè a Pechino in occasione del match di Supercoppa Italiana contro il Napoli. Quest’anno il ritorno ad Empoli e la maglia da titolare fisso, seppure in Serie B. Grande forza fisica, innato senso dell’anticipo. Il nome di Rugani è già finito sui taccuini di molti club della massima serie, pronti ad assicurarselo dalla prossima stagione. Il Sassuolo avrebbe già strappato un’opzione per giugno, mentre la Juventus, arrivata ancora una volta per prima e comproprietaria del cartellino, ne valuta attentamente la crescita, pronta a riportare il ragazzo alla casa madre nel momento giusto. O a girarlo a qualche altro club di A.

Doti da predestinato

Bravo con il pallone tra i piedi, eccellente in fase di marcatura, si distingue per l’ottimo stacco di testa, qualità messa in mostra recentemente anche in azzurro. Per eleganza e posizionamento ricorda il primo Fabio Cannavaro. Nelle avanzate palle al piede somiglia allo juventino Barzagli. La forza fisica è quella di un nuovo Chiellini. Agilità e potenza muscolare sono ancora da migliorare, il futuro però è tutto dalla sua parte. In bianconero? Torino, Roma, Madrid, Londra e Manchester: le sirene del mercato cantano tutte per Rugani. Secondo quanto dichiarato dal patron dell’Empoli, Fabrizio Corsi, il ragazzo finirà la stagione con loro per poi tornare alla Juventus. Le due società sono già d’accordo per la risoluzione della comproprietà e sembra difficile l’inserimento di un terzo soggetto. Chiellini e Bonucci, probabili futuri compagni di squadra, sembrano averlo già preso sotto la loro protezione in Nazionale. Personalmente sono ansioso di vedere l’esordio in Nazionale in una difesa a tre, l’impatto con una grande squadra e con il palcoscenico europeo. Ma la scommessa che faccio fin da adesso è che Rugani farà parte dei ventitré di Conte per l’Europeo di Francia 2016. Chissà magari un giorno anche lui andrà ad allenarsi, invece che con la bici, con una Bentley camouflage da 200 mila euro.

Leave a Response