Francesco Serafino: il secondo italiano a vivere la magia del Boca

francesco-serafino

Un’esperienza da raccontare ai nipoti

Francesco Serafino è stato un attaccante del Torino ed è stato il secondo giocatore italiano nella storia a vestire la maglia del Boca Juniors. Francesco Serafino da piccolo si era infatti trasferito in Argentina per seguire il padre. Francesco Serafino è nato a Rho (MI) ma cresciuto fin da piccolo a Fuscaldo, in provincia di Cosenza. In Italia ha giocato con le rappresentative giovanili della Reggina e della Roma. La militanza nella cantera giallorossa si interrompe nel 2009, quando, a 12 anni, si trasferisce in Argentina per seguire il padre che si trasferisce a Buenos Aires per motivi di lavoro. Francesco Serafino è un attaccante veloce, dotato di una tecnica superba e da uno spiccato fiuto del goal. In Italia, negli esordienti della Roma, Francesco Serafino aveva disputato una stagione da protagonista, trovando la rete in diverse occasioni. Le prime esperienze oltre oceano sono avvenute prima con l’Argentinos, poi il River Plate e da Febbraio del 2014 il Boca Juniors. Francesco Serafino è così diventato il primo italiano degli ultimi 50 anni a militare nel Boca (prima di lui Nicola Novello, anche lui originario di Fuscaldo). In Argentina, come consueto, gli hanno affibbiato un soprannome: “El Tano”, sinonimo di italiano.

Scheda tecnica

Nelle prime settimane del 2015 si sono interessati a Francesco Serafino diversi club italiani ed europei. In Italia, oltre ai primi sondaggi fatti da Juventus e Torino, si sono registrati anche gli interessi di Milan e Genoa. Attesa che non ha tardato a trasformarsi in ufficialità , nonostante una serie di piccoli intoppi burocratici avesse minacciato il minutaggio di Francesco Serafino con la squadra argentina. Ufficiale l’arrivo al Torino nell’ultima parte della finestra di mercato invernale, Francesco Serafino approda ai granata e torna in Italia, venendo comunque aggregato almeno all’inizio alla squadra primavera. Come caratteristiche Francesco Serafino ricorda un altro campione cresciuto all’estero, Pepito Rossi. Stesso ruolo del giocatore viola: seconda punta. Francesco Serafino è un calciatore brevilineo, dal grande senso del goal. “Non mi ispiro ad un attaccante in particolare, ammiro tanti grandi campioni irragiungibili come Messi, Tevez, Aguero, Iturbe, Pirlo… ma non smetto di ammirare su YouTube le grandi giocate del migliore di tutti i tempi: Diego Armando Maradona”.

Leave a Response