Luca Lezzerini: la leggerezza invidiabile di un portiere con le spalle solide

luca-lezzerini

Gli hobby di un predestinato

La prima volta che si è aggregato ai grandi era il 2010-2011 ma fino a ieri non aveva mai giocato tra i professionisti. A Firenze, in tutti questi anni, Luca non è cresciuto solo in campo ma anche nella vita. Insieme a Nicolo’ Fazzi e Leonardo Capezzi, forma un trio inseparabile nato ai tempi della Primavera. Oggi il primo gioca alla Virtus Entella, il secondo veste la maglia del Crotone. E proprio con Fazzi, prima di iniziare il precampionato con Sousa, Lezzerini ha trascorso le vacanze a Formentera. Nella vita privata Luca è un ragazzo semplice che, come molti ragazzi di venti anni, ama giocare alla Play Station e andare al cinema. Quando gli allenamenti lo permettono va a cena fuori con gli amici e con la fidanzata. Come vuole la tendenza, pure lui è appassionato di sushi, ma non solo. Anche nella scelta della macchina, la stessa da diversi anni, Lezze ha preferito un profilo basso: una Mini color grigio con gli specchietti azzurri. Nella sua giovane ma promettente carriera ha già vissuto situazioni da adulto. E nel maggio del 2012 si è tolto anche una grande soddisfazione.

I conti con la sfortuna

La Nazionale di Prandelli stava preparando Euro 2012 e i portieri Buffon, Sirigu e De Sanctis erano assenti. Il Ct, con un occhio di riguardo alla sua Fiorentina, lo convocò per i primi giorni di ritiro azzurro per completare la rosa durante gli allenamenti. In quella occasione, quasi come se vivesse un sogno, Luca si immortalò in fotografia con Balotelli, Cassano e le altre stelle del gruppo. Numerosi, purtroppo, anche i guai fisici che hanno costretto il giovane talento a stare lontano dai campi di gioco, soprattutto durante la gestione Semplici in Primavera. L’ultimo, ed il più sciagurato, avvenne lo scorso 8 aprile quando, durante uno scontro in allenamento, riportò una frattura scomposta del complesso orbito-zigomatico. In estate Paulo Sousa lo ha coinvolto molto nel gruppo di lavoro. Nella tournée americana fu proprio Lezzerini uno dei grandi protagonisti contro il Benfica visto che parò uno dei rigori decisivi. Molti addetti ai lavori, tra cui il suo ex allenatore Semplici e l’ex portiere viola Mareggini che lo ha avuto nelle giovanili azzurre, gli hanno suggerito di andare in prestito per maturare esperienza. In passato ci fu una trattativa per un passaggio temporaneo al Pordenone (poi sfumato), ma nelle prossime sessione di calciomercato qualcosa potrebbe muoversi. Solo in prestito, ovviamente, perché Lezze il suo futuro lo sogna a tinte viola.

Leave a Response