Michele Volpe: dalla pallavolo al calcio senza passare dal via

michele-volpe

Il duro lavoro e i miglioramenti

Basta un gol per trovare fiducia, per cominciare a crederci e superare quei limiti che spesso ti frenano. La vita dell’attaccante cambia per questione di centimetri, quelli che spesso separano un pallone terminato a lato da un gol. Gol per una punta significa gioia, entusiasmo, gli ingredienti di una rivoluzione mentale che può determinare una stagione positiva. Quante volte abbiamo notato cambiamenti significativi tra un campionato e l’altro dei bomber della serie A, naturalmente può essere ancora più intensa la trasformazione di un ragazzo che da quasi due mesi ha compiuto diciotto anni. E’ la storia di Michele Volpe, attaccante classe ’97 della Primavera del Frosinone al terzo posto in classifica nel girone C. Volpe è alla terza stagione in maglia gialloblù, nelle precedenti due annate vissute tra Allievi Nazionali e Primavera non era riuscito ad incidere, a mettersi in mostra. Nella scorsa stagione in diciotto presenze ha realizzato quattro gol, nel campionato in corso nelle prime sette gare ha già raddoppiato il suo bottino.

Una luce per i prossimi anni

Volpe, infatti, al momento è a quota otto gol, combatte con il romanista Sadiq in testa alla classifica marcatori non solo del girone C ma dell’intero campionato Primavera. Le marcature di Volpe salgono poi a dieci in nove presenze se si considerano anche le due sfide di Coppa Italia contro Latina e Palermo. Con le sue prestazioni è riuscito a convincere il ct dell’Under 19 Paolo Vanoli a dargli una chance. Volpe è stato convocato per lo stage di preparazione alle qualificazioni europee a fine settembre ma non ce l’ha fatta a rientrare tra i 18 che hanno vissuto la spedizione in Macedonia. Ma chi è Michele Volpe? Il Frosinone lo pescò dai Giovanissimi del Fondi, è un attaccante dotato di un buon repertorio, più bravo a proteggere il pallone che ad attaccare la porta. Ha discrete qualità tecniche ma è soprattutto la capacità di reggere lo scontro fisico la sua caratteristica più importante. Talvolta basta saper accendere una scintilla, sotto quest’aspetto ci è riuscito l’allenatore Federico Coppitelli che con l’aiuto del suo staff è stato capace di tirar fuori fame, determinazione e cattiveria in Michele Volpe, il bomber della Primavera gialloblù. Il Frosinone sogna la final eight, Volpe vuole essere determinante con i gol. In panchina c’è Federico Coppitelli, l’allenatore degli scudetti Giovanissimi e Allievi della Roma che, con i gol del suo centravanti, è pronto a scrivere pagine importanti anche per la storia del vivaio del Frosinone.

Leave a Response