Nicholas Pierini: il giovane prospetto con movenze da veterano

nicholas-pierini

L’ennesimo talento di scuola Sassuolo

Il Sassuolo ha una particolare abilità nello scoprire e nel far crescere giovani di qualità. Dopo Berardi, in particolare, i neroverdi possono contare su un nuovo talento offensivo esploso in questa stagione con la Primavera emiliana: Nicholas Pierini. Pierini nasce il 6 agosto 1998 a Parma, figlio di Alessandro, ex difensore, fra le altre, dell’Udinese, la carriera calcistica sembra nel suo destino. Carriera che inizia lontano dalla città ducale e dall’Italia: a Cordoba, in Spagna. Qui Nicholas inizia la sua crescita calcistica per poi ritornare a Parma, dove giocherà con i Giovanissimi e gli Allievi Nazionali della squadra emiliana. Il Parma incappa, però, in note vicende extra-calcistiche durante la stagione 2014-2015, che culmineranno con il fallimento della società. Anche il settore giovanile viene sciolto, ma Pierini non fatica a trovare una sistemazione e approda al Sassuolo, grazie anche a Francesco Palmieri, direttore del settore giovanile neroverde, proveniente, anche egli, dal Parma. Con la Primavera di mister Mandelli, Pierini dimostra subito un grande talento e conclude la stagione con 30 presenze complessive, 21 reti segnate e 5 assist. Nonostante l’alta media realizzativa, occorre specificare che Pierini non è una punta centrale, bensì un esterno d’attacco. Può giocare indistintamente come ala destra o sinistra essendo in grado di calciare in modo efficace con entrambi i piedi.

Sulle orme di Cristiano Ronaldo

Si tratta di un giocatore tecnicamente ben dotato, particolarmente rapido negli inserimenti senza palla. Inoltre è un ottimo tiratore sui calci piazzati, in particolare sulle punizioni. Pierini, poi, non disdegna di partecipare alla fase di impostazione della manovra. Grazie al suo ottimo rendimento è stato premiato come miglior attaccante classe ’98 del Campionato Primavera 2015/2016 da La Giovane Italia. Per molti sarà lui l’erede di Berardi, prossimo a lasciare Sassuolo e, per ora, ha dimostrato di avere i mezzi tecnici per poterlo fare alla grande. A differenza del già affermato compagno, Pierini ha un “fedina” disciplinare praticamente immacolata: una sola ammonizione in tutta la stagione. Una soddisfazione che ha coronato un percorso ricco d’allenamenti in prima squadra in cui ha ammirato in modo particolare Berardi, che per caratteristiche e imprevedibilità rappresenta per lui una fonte d’ispirazione. Il suo idolo è Cristiano Ronaldo, il sogno più vicino è l’esordio con la maglia del Sassuolo. Chissà se nella prossima stagione può arrivare il momento giusto, dopo l’annata magica con la Primavera nessuno può fermare i sogni di Nicholas.

 

Leave a Response