Top 11 Serie A 2016/17 seconda giornata

top-11-serie-a-buffon

In cattedra le squadre di provincia

Eccoci pronti per la top 11 della seconda giornata. Molti gol e belle partite in questo fine settimana che ha regalato anche risultati inaspettati e colpi di scena come i delundenti pareggi di Inter e Roma e le belle prestazioni delle genovesi e del Sassuolo, che le proiettano in testa al campionato. Top 11 schierata con un 3-4-3 ricco di estro e fantasia e con anche alcune new entries del nostro campionato.

In difesa…

In porta come può non esserci l’intramontabile Gigi nazionale? Zero gol subiti, grinta e prestazione come sempre autorevoli. Difesa a tre con il figliol prodigo della nostra serie A, Benatia, che alla prima con la Juventus non fa rimpiangere l’assente Bonucci e mostra una buona intesa con i suoi esperti compagni; non a casa il suo cognome izinia in B: la celebre BBC è cosi ricomposta. Lo segue il mastodontico Koulibaly: con un’altra prestazione autorevole, proseguendo la (scorsa) buona stagione, annulla Bacca e dalle sue parti costruisce un muro. Per chiudere il reparto abbiamo inserito il terzino del Torino De Silvestri, che alla seconda da titolare con la sua squadra serve due assist al bacio oltre a tanta corsa e sacrificio. Ottimo acquisto per mister Mihajlovic che può contare su un buon giocatore, forse all’anno giusto per fare il salto di qualità.

A centrocampo

Centrocampo a 4 iniziando con un Kedhira sempre più decisivo per la Juve che, quando gioca Sami, non perde praticamente mai, come del resto avevamo ipotizzato nei nostri pronostici Serie A. Sigla il gol decisivo all’Olimpico regalando i tre punti alla sua squadra in una gara ostica e chiusa in cui i bianconeri faticavano a sbloccare. Due new entries della serie A nella top 11 della seconda giornata, ovvero il fiorentino Sanches e l’atalantino Kessiè. Il primo, all’esordio, regala la vittoria alla Fiorentina con un gol decisivo in un Franchi colmo per il novantesimo compleanno della viola. Kessiè rappresenta invece una splendida rivelazione del nostro campionato con tre gol in due giornate. In una partita dove la sua squadra stenta, trova il gol e disputa una gara veramente buona. Chiudiamo il centrocampo con Mertens che si prende il posto da titolare a Insigne e disputa una gara sontuosa abbattendo il Milan e facendo girare la testa ai difensori; il belga propizia quasi tutti i gol del suo Napoli non riuscendo per poco a trovare la via del gol.

In attacco…

Attacco tutto italiano in questa giornata. Freschi di convocazione in nazionale del nuovo mister Ventura, Belotti e Pavoletti ripagano con rispettivamente una tripletta e una doppietta. Si conferma bomber di razza il gallo Belotti (una pecca i due rigori sbagliati che se segnati lo avrebbero portato in cima alla classifica marcatori in solitaria a 6 gol). Quest’anno può diventare l’attaccante dai gol pesanti che tanto manca all’Italia. Cresce di partita in partita, nello stesso tempo, il livello di Pavoletti, autore di una doppietta a conferma che i dodici gol dello scorso anno non sono un caso. La top termina con Borriello che da ex fa passare una brutta domenica ai tifosi della Roma, sfornando una prestazione maiuscola con un gol, un palo e numerosi tiri nello specchio. Conferma che il passare del tempo non gli toglie il fiuto del gol e se in gioco ci sono anche vecchie emozioni risulta piuttosto letale.

Top 11 Serie A

Ed allora eccola la nostra top 11 Serie A della seconda giornata:

Buffon; Koulibaly, Benatia, De silvestri; Kedhira, Kessiè, Sanches, Mertens; Pavoletti, Borriello, Belotti.

Tags:

1 comment

Leave a Response